MANGIAMELI Rosario


Collaboratore
Ateneo Università degli Studi di CATANIA 
Struttura di afferenza Dipartimento di SCIENZE POLITICHE E SOCIALI 
E-Mail rosario.mangiameli@unict.it
E-Mail mangiame@unict.it

Orari di ricevimento

Sede di via Dusmet, Lunedì h.
10 - 12

Curriculum

Rosario Mangiameli

CURRICULUM

Rosario Mangiameli Scrofani (1949), è in pensione da Professore Ordinario di Storia contemporanea (M-STO/04) nell’Università di Catana; attualmente tiene un insegnamento a contratto di Storia del mondo contemporaneo nel Corso di laurea Magistrale di Storia e cultura dei Paesi Mediterranei.
Di questo corso è stato fondatore e presidente, così come di altri corsi triennali aventi la storia come disciplina caratterizzante. Nel 2018 ha contribuito alla internazionalizzazione del Corso in Storia e cultura dei Paesi Mediterranei si è le Università, che si è consorziato con le Università di Praga, Budapest e Montreal e con l’École des hautes études di Parigi.
Ha inoltre tenuto insegnamenti in Master, nei corsi di TFA ha fatto parte del corpo docente del dottorato in storia contemporanea dell’Università di Torino, ha contribuito a creare e ha diretto per alcuni anni il dottorato in Storia contemporanea dell’Università di Catania. Ultimamente ha fatto parte del corpo docente del Dottorato in Scienze politiche.

Svolge attività scientifica occupandosi di tematiche relative alla storia dell’Italia contemporanea. Particolare attenzione ha dedicato ai regionalismi nel Mezzogiorno d’Italia tra Ottocento e Novecento; ha pubblicato saggi sull’occupazione anglo - americana della Sicilia durante la Seconda guerra mondiale, sulla nascita dell’autonomia siciliana nel secondo dopoguerra. In relazione a questi argomenti ha curato la preparazione di audiovisivi per conto della RAI. Si è occupato di storia della criminalità organizzata con particolare riferimento alla mafia siciliana. Ha coordinato il progetto di costituzione dell’Archivio storico e di un centro di documentazione della CGIL Sicilia. Ha partecipato a un progetto internazionale sul Problema dei diritti umani in Europa che ha preso spunto da una ricerca sulla memoria della deportazione in Germania di ebrei e oppositori politici nel corso della seconda guerra mondiale. In modo particolare si è occupato della deportazione di oppositori politici siciliani.
Ha avvito e diretto una ricerca sulla storia dell’università di Catania ancora in corso. Contribuisce a un Prin sul brigantaggio nel Mezzogiorno d’Italia dopo l’unificazione.
Ha collaborato o collabora alle riviste: “Archivio storico per la Sicilia Orientale”, “Italia contemporanea”, “Meridiana”, “Polis”, “Annali“ dell’Istituto Cervi. Ha fondato e diretto la rivista “Polo sud”, di Storia moderna e contemporanea.
Fa parte dei seguenti istituti di ricerca: Istituto siciliano per la storia dell’Italia contemporanea, di cui è presidente; Istituito Gramsci siciliano, Istituto meridionale di storia e scienze sociali (IMES). Fa parte indi Storici Come la SISSCO, di cui è stato dirigente; dell’AISO e della AIPH, della Società di Storia Patria per la Sicilia Orientale.